Per impianti fotovoltaici su Viterbo e provincia chiama il
Tel +39 333 7788757
Tel +39 333 7788757
Cos'è un impianto fotovoltaico?
Un impianto fotovoltaico è una tipologia d’impianto che sfrutta l'energia solare per produrre energia elettrica attraverso dei moduli (chiamati celle) che catturano la luce solare e la utilizzano per trasmettere elettricità.

Qual è il funzionamento di un impianto fotovoltaico?
L'impianto fotovoltaico funziona proprio grazie alle celle fotovoltaiche, composte in pannelli. Quando la luce solare colpisce i pannelli, questi la trasformano in corrente elettrica che viene poi immagazzinata da un circuito elettrico stampato. Una volta trasmessa al circuito, la corrente elettrica è canalizzata nei cavi elettrici delle celle fotovoltaiche che sono in grado così di fornire energia elettrica al sito di destinazione.

Quali sono gli elementi di un impianto fotovoltaico?
Un impianto fotovoltaico standard in genere è formato da: pannelli fotovoltaici, inverter (che converte l'energia elettrica da continua in alternata), cavi, quadri elettrici e strutture di sostegno.

Che funzione ha l’inverter?
L’inverter è una particolare apparecchiatura elettronica che è in grado di modificare la forma d’onda della corrente elettrica. I pannelli fotovoltaici, infatti, producono energia continua che per essere utilizzata deve essere trasformata in una forma d'onda differente, L'inverter quindi svolge il compito di cambiare la forma d'onda della corrente in ingresso in corrente alternata, compatibile con le utenze finali.

Che cosa succede in caso di black out?
Anche gli impianti fotovoltaici, come tutti gli altri connessi alla rete elettrica, smettono di funzionare.

Un impianto fotovoltaico dura per sempre?
No. La vita di un impianto fotovoltaico dipende dai suoi componenti e in particolar modo dai generatori fotovoltaici che in media hanno una durata di 25 anni.

Quanto spazio occorre per un installare un impianto?
In genere per realizzare un impianto fotovoltaico da 1 kW servono almeno 7 m² liberi.

Gli impianti si possono installare ovunque?
No. Prima di installare un impianto fotovoltaico bisogna verificare che non siano presenti dei vincoli sul sito d’installazione (come nel caso di edifici d'interesse storico), stabiliti dal regolamento edilizio del comune di pertinenza. Per ottenere la massima efficienza, inoltre, è fondamentale che la superficie su cui si andrà a installare l'impianto sia rivolta verso sud.

Quali autorizzazioni servono per installare un impianto?
Se l’immobile non è sottoposto a vincoli (di tipo storico, ambientale, paesaggistico, artistico, etc...), l’impianto fotovoltaico può essere installato attraverso una normale comunicazione d'inizio lavori da trasmettere al proprio comune. Invece se l’impianto deve essere installato in un’area soggetta a vincoli, sarà necessario richiedere un "nulla osta" alle autorità competenti.

Dove si può installare un impianto fotovoltaico?
I pannelli fotovoltaici si possono collocare non solo sul tetto di un edificio ma anche sulla facciata o a terra. Prima di procedere all'installazione, tuttavia, un progettista/installatore provvederà a fare un sopralluogo per verificarne la fattibilità tecnica. I criteri presi in considerazione riguardano: le dimensioni dello spazio disponibile per l'impianto, la presenza di ostacoli che potrebbero creare ombreggiamento, la giusta inclinazione dei moduli (30-35°) e la loro corretta esposizione.

Perché installare un impianto fotovoltaico?
Gli impianti fotovoltaici presentano molti vantaggi e fra questi: notevole risparmio energetico, lunga durata dell'impianto, assenza di emissioni inquinanti e ricavi provenienti dall'incentivo statale per 20 anni. Dal punto di vista economico, quindi, l'impianto fotovoltaico è un ottimo investimento: a chi decide di installare un impianto per 20 anni verrà pagata sia l’energia prodotta e distribuita in rete che quella auto-consumata, con tempi di recupero del capitale investito che variano da 7 a 10 anni (in base alla zona in cui è ubicato l'impianto).

Come si fa a ricevere gli incentivi statali?
L'ente che si occupa di erogare gli incentivi statali è il GSE (Gestore Servizi Energetici). Gli incentivi variano in base alla tipologia d’installazione e alla fascia di potenza. Infatti, esiste anche la possibilità di ottenere un aumento degli incentivi previsti. Questo è il caso di: impianti fotovoltaici realizzati con componenti europei (moduli e inverter), utilizzati in sostituzione di coperture contenenti amianto o Eternit e d’impianti installati su pergole, tettoie, pensiline e fabbricati rurali.